Hírek, információk

2017. március 27. 09:22

L'union à l'épreuve du formulaire

Professions de foi entre Églises d'Orient et d'Occident (XIIIe-XVIIIe siècle)

Monographies du Centre de Recherche d'Histoire et Civilisation de Byzance - Collège de France, 51

Marie-Héléne Blanchet - Fréderic Gabriel, editors

Peeters Publishers

Les conciles oecuméniques de Nicée, de Constantinople et de Chalcédoine ont fixé et promulgué des professions de foi chrétiennes valables universellement. Pourtant, l'évolution de l'Église latine a conduit à modifier, avec le Filioque, un Symbole qui était tenu pour sacré et invariable par les Églises orientales. Dès lors, l'instrument même de la communion devient objet de discorde et de polémique, surtout quand il s'agit de formaliser l'Union des Églises. De la fin de la période byzantine jusqu'au XVIIIe siècle, les controverses qui en découlent donnent lieu à diverses professions de foi qui sont ici analysées. Certains chapitres proposent une approche collective des implications de l'Union sur l'expression du Credo, tant à Byzance, à Kiev, à Rome ou à Paris, que chez les chrétiens arabes. D'autre part, une attention particulière a été portée à des cas individuels, ceux d'empereurs ou d'empératrices comme Jean V Paléologue et Théodora Paléologina, ou de patriarches comme Jean Bekkos, Cyrille Loukaris et Dosithée de Jérusalem. De nouvelles éditions critiques de ces textes figurent en annexe de plusieurs chapitres.

Forrás: http://www.peeters-leuven.be/boekoverz.asp?nr=10394

Tovább...
2017. március 24. 12:39

Santa Maria Antiqua tra Roma e Bisanzio

Giuseppe Morganti, Giulia Bordi, Maria Andaloro, editors

Electa

Numerosi saggi perlustrano diacronicamente il contesto topografico (le preesistenze imperiali, le trasformazioni medievali e moderne, la demolizione di Santa Maria Liberatrice, i restauri) con uno straordinario focus sull'architettura e sulle pitture murali dei diversi ambienti (la chiesa, la cappella dei SS. Quirico e Giulitta, la cappella di Teodoto, l'oratorio dei Quaranta Martiri) che rivivono nelle pagine grazie a uno straordinario e aggiornato apparato iconografico, realizzato per l'occasione insieme a rendering 3D che mirano a ricostruirne virtualmente, nella loro interezza, i partiti decorativi. Il progetto della mostra, ideato da una delle maggiori specialiste dell'arte medievale italiana, Maria Andaloro, prevede circostanziati approfondimenti su temi che completano il quadro storicoculturale: i ritratti di V e VI secolo, i cantieri di Giovanni VII con l'oratorio di San Pietro e i suoi preziosi e dispersi mosaici per la prima volta riuniti come i frammenti di pitture pertinenti alla chiesa oggi in collezioni private e la sublime Icona di Santa Maria Nova. Naturalmente presente il catalogo delle opere d'arte custodite nella chiesa come i sarcofagi pagani e cristiani e dei materiali rinvenuti durante gli scavi di Giacomo Boni finora inediti. Interessante anche il capitolo sulla fortuna di Santa Maria Antiqua nei secoli con la documentazione delle pitture a partire dal Settecento fino alle suggestive impressioni dei viaggiatori e degli artisti del Novecento.

Forrás: http://www.electaweb.it/catalogo/scheda/978889180776/it#

Tovább...
2017. március 24. 12:38

L'iconografia medievale

Jérome Baschet, author

Jaca Book

L'immagine medievale non è, come sostiene un luogo comune, la "Bibbia degli illetterati". Sottoponendo a critica le opere fondanti di Emile Mâle e di Erwin Panofsky, Jérôme Baschet riconsidera il concetto di iconografia, sgombra il campo da tutte le dissociazioni fra contenuto e forma e presta la massima attenzione ai dispositivi plastici mediante i quali il pensiero figurativo dota di senso le immagini. Il volume alterna proposizioni di carattere generale e studi approfonditi di alcuni manufatti medievali, come i celeberrimi rilievi romanici di Souillac o il ciclo dipinto della collegiata di San Gimignano, con l'obiettivo di cogliere la coerenza di un luogo di immagini e di analizzarne la struttura di insieme, indispensabile per un'iconografia rinnovata. Lontano dai caratteri stereotipati che si attribuivano un tempo all'arte medievale, Baschet dispiega un approccio seriale che svela la straordinaria inventiva delle immagini.

 

 

 

Forrás: https://www.ibs.it/iconografia-medievale-libro-jerome-baschet/e/9788816412774

Tovább...
2017. március 24. 12:34

Introduzione all'iconografia

a cura di Roberto Cassanelli

Roelof van Straten

Jaca Book

Quando un pittore olandese del XVII secolo raffigura una donna con un bilancino vuoto, probabilmente non intende rappresentare solo una graziosa scena di vita quotidiana. Sono molte le opere del passato che presentano figurazioni di carattere simbolico il cui significato non è immediatamente comprensibile al moderno osservatore. L’iconografia è il ramo della storia dell’arte che si occupa dei soggetti e del loro significato. Disciplina relativamente giovane, ha conosciuto un notevole sviluppo negli ultimi decenni. Per la profonda connessione che lega l’opera e il suo significato al contesto di vita e al modo di pensare dell’artista e dei suoi contemporanei, l’iconografia è fondamentale non solo per lo storico dell’arte, ma anche per lo storico della cultura e della letteratura. Questo libro costituisce un’agile introduzione all’iconografia, fornendone un panorama teorico e affrontando concetti complessi e spesso ostici come quelli di simbolo e allegoria. Oltre all’esame delle fonti letterarie degli artisti e dei manuali iconografici, ampio spazio è dedicato agli aspetti di carattere pratico, in particolare a iconclass, il sistema di indicizzazione iconografico elaborato da Henri van de Waal e ormai universalmente diffuso e utilizzato. Il riferimento ai principali siti internet contribuisce a farne un valido strumento per un primo approccio al mondo complesso e variegato dell’iconografia.

Forrás: https://www.ibs.it/introduzione-all-iconografia-libro-roelof-van-straten/e/9788816409002

Tovább...
2017. március 24. 12:32

Passibilitá divina

la dottrina dell'anima in Clemente Alessandrino

Davide Dainese, author

Cittá Nuova

Dainese analizza gli scritti clementini secondo rigorosi criteri storici e filologici evidenziando con chiarezza lo specifico cristiano di Clemente, che non esita a modificare uno dei capisaldi inviolabili della teologia platonica (e stoica), l’impassibilità del divino, in relazione alle dinamiche che sostanziano l’anima dell’uomo e la conducono alla salvezza per cui la passibilità di Dio è connessa alla manifestazione della sua attività salvifica, alla sua energeia, più che alla sua essenza. Tale lettura dell’opera clementina mette in luce il ruolo chiave svolto da Clemente nell’incontro tardoantico tra ellenismo e cristianesimo e spiega gli sviluppi che il sistema dottrinale cristiano ha assunto grazie a lui e che ha consolidato sulla sua scia.

 

 

 

 

Forrás: https://www.cittanuova.it/libri/9788831164016/passibilita-divina/

Tovább...
2017. március 24. 12:24

Incoronati da Dio

Per una storia del pensiero politico bizantino

Mario Gallina, author

Viella

Nell’ambito degli studi sulla storia delle dottrine politiche si tende a ignorare il pensiero politico bizantino, reputandolo dominato da un rigido formalismo retorico e concettualmente povero poiché condizionato dalla struttura assolutista di uno stato che avrebbe impedito ogni discussione sul ruolo dell’imperatore e dei suoi poteri. In realtà, giacché non si dà potere senza ideologia, e sebbene i bizantini non abbiano teorizzato di frequente sulla natura del loro stato, nella loro letteratura molte sono le riflessioni sulla potestà autocratica e sulla nozione dell’imperatore cristiano quale immagine e imitazione di Dio. In continua tensione tra un’idea che affermava l’origine divina dell’autocrazia, e dunque l’incontestabilità giuridica del sovrano, e una tendenza costituzionalista volta a limitarne poteri e prerogative, entrambe le concezioni miravano però a fornire all’impero e all’imperatore un solido e incontrovertibile ancoraggio metafisico, così da rendere l’impero bizantino una componente imprescindibile della storia del regno di Dio sulla terra.

 

Forrás: https://www.viella.it/libro/9788867286393

Tovább...

Corvina belépés

Olvasó vonalkódja:

Jelszó:


Nyitvatartás

Tisztelt Olvasóink!
Tájékoztatjuk Önöket, hogy könyvtárunk nyitvatartási ideje 2014. szeptember 22-től megváltozik:
hétfőtől péntekig 8.00 és 16.00 óra között tartunk nyitva!
Levelezős konzultációs napokon marad a 16.00 -18.00 óra közötti nyitva tartás.

Új szerzemények

Ide kattintva letölthető a főiskolai könyvtár állományába legutóbb felvett kiadványok listája.

Naptár

2017 március
H K SZ CS P SZ V
- - 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 - -

Szent Atanáz Görög Katolikus Hittudományi Főiskola Könyvtára

Új Széchenyi Terv

Utolsó frissítés ideje:
2017-03-27